Comincia la rassegna "Anima e Corpo"

Comincia questa piccola rassegna di eventi che abbiamo ideato a partire dal libro della nostra socia Anna Pattuzzi, Il piacere e la colpa. Cattolici e sesso in Italia 1930-1980 (Mimesis Edizioni, 2020). Quando con Anna ci siamo confrontate/i per capire quale fosse il modo migliore di presentare il suo libro al territorio di Modena, abbiamo subito constatato che gli argomenti che il libro tratta sono tanti e di estremo interesse, e sarebbe quindi valsa la pena provare ad approfondirli nel corso di più eventi. Abbiamo quindi subito contattato due associazione con cui collaboriamo spesso e bene, il Centro documentazione donna e l’Istituto Storico di Modena: grazie a loro abbiamo coinvolto relatori e relatrici di altissimo livello che hanno mostrato entusiasmo per l’iniziativa, e abbiamo trovato il luogo perfetto per gli incontri.

Il ciclo di incontri si inserisce a buon titolo all’interno del progetto Rivoluzioni. Persone, luoghi, eventi del ‘900 tra crisi e trasformazioni. L’obiettivo è infatti quello di presentare e discutere tre temi centrali per lo studio delle trasformazioni del ‘900:

  • il discorso della Chiesa e dei cattolici italiani sul sesso;
  • la nascita di Arcigay e la storia del movimento omosessuale in Italia;
  • la legge Merlin e la fine della regolamentazione statale della prostituzione.

Gettando anche nuova luce su biografie determinanti: il pontefice Paolo VI travolto dalla pillola anticoncezionale e dalla rivoluzione sessuale; il sacerdote lucano don Marco Bisceglia, spesso dimenticato e controverso fondatore di Arcigay; la senatrice socialista Lina Merlin, a cui si deve la chiusura delle case di tolleranza.

Scopri il programma completo




Il cibo dell'anima - documentario

Nel 2019 il Centro Documentazione Donna ci ha chiesto di fare un documentario che restituisse questo splendido progetto, promosso dal Comune di Modena e finanziato dal Dipartimento Pari Opportunità della Presidenza del Consiglio dei Ministri.

All’interno della sezione femminile del carcere Sant’Anna varie associazioni del territorio hanno esplorato con le detenute il tema del cibo. Cibo come memoria, identità, racconto: ogni associazione si è messa in gioco e ha lavorato con strumenti diversi, creando una situazione di fiducia e scambio con le detenute. Cibo come possibilità di formazione professionale, grazie ai corsi attivati dal consorzio Modena a Tavola.

Martedì 23 marzo alle ore 18.00, sui canali fb di Centro documentazione donna e Pari Opportunità Modena, dialogheremo sul progetto con le persone che lo hanno portato avanti, e presenteremo il documentario.

Interventi di:
Grazia Baracchi – Assessora Istruzione e Pari Opportunità Comune di Modena
Giovanna Maltese – Direttrice carcere Sant’Anna
Paola Cigarini – Gruppo Carcere-Città
Caterina Liotti – Centro documentazione donna
Stefano Corghi – Consorzio Modena a Tavola
Marianna Toscani – Casa delle donne contro la violenza
Valentina Arena – Regista del video, Insolita




Maternità (dis)incantate

12 Marzo 20201 ore 20.30

in diretta sul canale YouTube del Comune di Sassuolo

In occasione della ricorrenza della Festa della Donna, si propone la visione in streaming del documentario “Maternità (dis)incantate. Otto storie di donne tra tempi di vita e di lavoro” (regia di Valentina Arena – Associazione Insolita), proposto dal Centro Documentazione Donna di Modena all’interno del progetto “ConciliaMO. Ricerca/azione per promuovere la conciliazione, il benessere e l’empowerment femminile nel mondo del lavoro attraverso il contrasto degli stereotipi e la condivisione del lavoro di cura tra le donne e gli uomini a Modena”. Il documentario, introdotto dall’Assessore alle Pari Opportunità, Camilla Nizzoli, sarà seguito da una conversazione di Natascia Corsini del Centro Documentazione Donna di Modena con la regista.
Per partecipare all’evento, sarà sufficiente collegarsi sul canale YouTube del Comune di Sassuolo, dove apparirà la diretta.

https://www.comune.sassuolo.mo.it/events/maternita-dis-incantate-otto-storie-di-donne-tra-tempi-di-vita-e-lavoro

 




Presentazione progetto "ConciliaMO"

Ringraziamo il Centro Documentazione Donna che ci ha coinvolto nel progetto ConciliaMO. Il nostro video Maternità (dis)incantate. Otto storie di donne tra tempi di vita e di lavoro verrà presentato nel corso di questo evento online:

ConciliaMO Linguaggi differenti per la conciliazione

Giovedì 4 Febbraio 2021 ore 18.00 – Diretta su FB e Youtube del Centro Documentazione Donna

Introduce

Natascia Corsini, Centro documentazione donna

Dialogano

Stefano Ascari, sceneggiatore

Alice Milani, fumettista. Autrice delle tavole all’interno della guida Alla ricerca del tempo perduto. Piccola guida di sopravvivenza

Valentina Arena, regista e videomaker, Associazione Insolita. Autrice del video- documentario Maternità (dis)incantate. Otto storie di donne tra tempi di vita e di lavoro.

Questo incontro è l’occasione per presentare alcuni degli strumenti realizzati nell’ambito del progetto ConciliaMO (finanziato dalla Regione Emilia-Romagna, Assessorato Pari Opportunità) sul tema della conciliazione dei tempi di vita e di lavoro e della condivisione delle responsabilità di cura, ma anche per offrire delle riflessioni e un confronto sull’uso di linguaggi diversi (come il fumetto e il video- documentario) capaci di rispecchiare l’immaginario e raccontare il presente, per agire sul piano simbolico e culturale.




"Al riparo degli alberi" su Educativvù

Siamo davvero felici di inziare questa collaborazione con Educativvù: una piattaforma di contenuti pensate per i/le ragazzi/e e per le scuole, un incrocio di mezzi artistici che concorrono per offrire un’esperienza nuova e interattiva. Il nostro documentario Al riparo degli alberi va a far parte di una ricca offerta culturale sui temi della memoria, della legalità, della lotta alle mafie, del bullisimo. Registratevi e scoprite il piano di abbonemento che fa per voi!




"Al riparo degli alberi" sulla piattaforma DOC A CASA

A partire dal 24 aprile il nostro documentario Al riparo degli alberi è disponibile all’interno della rassegna DOC A CASA, la piattaforma a cura dell’associazione dei Documentaristi dell’Emilia-Romagna (DER) per la visione gratuita di documentari di autori e di opere dell’Emilia-Romagna, con la possibilità di organizzare a richiesta incontri e cineforum a distanza con i filmmakers dei documentari in programma. Se volete approfondire le problematiche, i retroscena, le implicazioni e i risvolti creati dal film basterà contattarci via mail, tramite il contatto che trovare nella scheda del film, per organizzare un incontro online. 

Questo discordo ovviamente vale anche per le scuole: Doc a casa è infatti un  ottimo strumento didattico, a disposizione dei e delle docenti.

La rassegna è curata da Vincenzo Pergolizzi, con il coordinamento di Enza Negroni e web master Bruno Migliaretti.




Intervista a Elina Chauvet - artista visiva

Nel 2017 abbiamo avuto il privilegio di intervistare la grande artista Elina Chauvet, creatrice del progetto di arte pubblica Zapatos Rojos che è diventato un simbolo internazionale del contrasto alla violenza di genere. Il materiale video creato in quell’occasione era pensato come parte di un progetto che successivamente è cambiato radicalmente, e per questo motivo è rimasto nel cassetto, inutilizzato. Valentina si è presa il tempo di sistemare il montaggio e siamo felici di pubblicarlo, finalmente. E crediamo che sia il momento giusto, perché parlare di violenza contro le donne è necessario sempre, non solo in occasione delle date istituzionali, e a maggior ragione adesso che molte donne sono costrette a stare chiuse in casa e non riescono a sottrarsi alla violenza di mariti e compagni – anche se, ricordiamo, i Centri Antiviolenza sono sempre attivi e a disposizione.
Questo video è stato reso possibile dalla preziosa collaborazione di Livia Caputo e del Teatro Tor Bella Monaca, di Monica Pirone e di Officinenove, e contiene video girati da Daniele Pellizzoni e da Amaury Hernandez.




Quel ripostiglio chiamato Memoria - pt. 1

Quattro eventi che affrontano il tema della Memoria, nello specifico di quella legata alla Seconda Guerra Mondiale, e creano occasioni di incontro con alcune delle eccellenze artistiche e culturali del nostro territorio, spaziando tra diversi ambiti: saggistica, fumetto, cinema documentario e di animazione, progetti multimediali. La rassegna collega idealmente le celebrazioni della Giornata della Memoria (27 Gennaio), della Giornata dei Giusti tra le Nazioni (6 marzo) e della Liberazione (25 Aprile), creando uno spazio vivo di confronto e approfondimento tra queste date istituzionali.

21 Gennaio 2020, ore 20.15
Sala Truffaut – Via degli Adelardi 4, MO
Presentazione del cortometraggio Mercurio di Michele Bernardi
Con la partecipazione dell’autore e di Roberto Paganelli di Associazione Ottomani

Mercurio è un ragazzino che adora la bicicletta. Un giorno viene fermato dal regime Fascista e rinchiuso in un campo di smistamento. Costretto a diventare rapidamente uomo, cercherà, con la sua lotta non armata, di vincere contro l’orrore del Fascismo e ottenere la libertà.

Il dvd Animazioni 6 sarà disponibile alla vendita. Ingresso libero con tessera del cinema. (maggiori info)

 

22 Febbraio 2020, ore 17.00
Biblioteca dell’ Istituto Mattarella – Via Piersanti Mattarella 145, MO
Presentazione dell’albo illustrato Gina Cammina di Antonella Toffolo
Con la partecipazione di Paolo Canton e  Giovanna Zoboli della casa editrice Topipittori

Gina è bravissima a “contare le storie”. Come quella volta che a otto anni, a piedi, dall’Appennino modenese partì con la mamma per andare a Firenze, dove l’avevano presa a lavorare. Un’avventura grande, con i bombardamenti, i tedeschi, e il rischio di perdersi.

Il libro sarà disponibile alla vendita, insieme ad altre opere di Toffolo. Ingresso libero. (maggiori info)

 

Rassegna curata da associazione Insolita in collaborazione con Istituto Storico di Modena e il Comitato per la Storia e la Memoria del Novecento, promossa dal Quartiere 3 di Modena.




A forza di dai e dai - L'arte di Alessandro Palladini

In occasione della sua mostra personale presso la Galleria d’arte di Pavullo, ci è stato chiesto di realizzare un documentario  sull’artista Alessandro Palladini. Alessandro è un pittore estremamente prolifico, di grande personalità, e la realizzazione del video è stata per noi un’occasione unica per entrare (e perderci) nel suo mondo artistico e nella sua vita familiare, dove siamo stati/e accolti/e con grande calore.

Il risultato è questo piccolo documentario che cerca di cogliere e trasmettere il senso di oltre sessant’anni di lavoro costante, e la cui difficoltà maggiore della regista Valentina Arena è stata capire che cosa escludere dal racconto.

Dal 7 Dicembre 2019 fino al 9 Febbraio 2020 avete tempo per visitare la bellissima mostra alla Galleria d’arte di Pavullo, non perdetela!




Corso Video al Liceo Formiggini di Sassuolo

Nel corso dell’anno scolastico 2018/19 Valentina Arena ha condotto un corso di videomaking di base per un gruppo di ragazze/i volontarie/i del Liceo Formiggini di Sassuolo (Mo). Dopo le prime lezione teoriche, dedicate all’analisi dei singoli elementi dell’immagine filmica e alla scoperta dell’audiovisivo come linguaggio, Valentina ha chiesto ai/alle partecipanti di proporre idee da sviluppare e realizzare. Sono emerse due idee, una di documentario e una di storia di finzione, due idee molto diverse tra loro ma entrambe solide e stimolanti. Abbiamo deciso di svilupparle entrambe, per questo motivo gli esiti finali sono due:

  • Alter, cortometraggio di finzione che vede protagonista uno scrittore in crisi che entra in una spirale di paranoia e allucinazione
  • Tre colori, documentario basato sulle interviste ai/alle ragazzi/e che rispondono ad alcune domande sui colori giallo, rosso e blu, rivelando quanto il nostro rapporto con essi sia soggettivo.